La montagna a portata di poltrona: inizia il Brescia WinterFilm

Troppo tempo è passato dall’ultima volta che ho scritto qualcosa sul mio piccolo blog semiserio. Eh, lo sapete anche voi come si sta a dicembre: Natale, conti da chiudere, cene a destra e a manca, tutti che vogliono lavori fatti entro il 31/12 altrimenti vieni giù il mondo (che poi il resto dell’anno cazzeggiano mica da ridere). Per cui, montagna, un gran poca.

La mia scrivania, più o meno tutti i giorni
La mia scrivania, più o meno tutti i giorni

Ho fatto una bellissima uscita in notturna con gli Alpini di Concesio sul monte Paloss il 26 novembre. Per la prima volta dopo tantissimo tempo sono riuscita a tirarmi dietro il mio compagno e i miei due migliori amici, chiamati amorevolmente dalla mia famiglia Le Grignapole, soprannome dovuto al fatto che sono sempre pronti a rifilarti una risata sopra ogni decibel immaginabile (pipistrelli morti, cani assordati, disastri naturali).

Com’è andata? Bella domanda! Si partiva in notturna dopo 3 giorni che pioveva e il sentiero, per quanto facile, è stato reso pericolosamente difficile dalla presenza di fango scivoloso. Per qualcun abituato ad andare in montagna richiede solo un minimo di attenzione in più, ma per chi, come le mie Grignapole, era proprio fuori allenamento è stato un incubo: il peggio penso si sia raggiunto quando, attaccata alla catena-corrimano per la discesa, la mia amica ha iniziato a cantare le canzoni dell’infanzia, forse in preda ad un flashback emotivo in vista della morte imminente.

Difficile rimanere seri, eravamo piegati dal ridere mentre lei era letteralmente sdraiata a terra, con una minuscola frontale, che cantava “ma quanto è bella l’uva fogarina”, cercando di trovare la fine della catena e dunque la fine dell’agonia. Momenti di panico a parte e smaltita l’adrenalina, mi hanno confermato tutti che si sono divertiti e che è stata di certo un’esperienza indimenticabile. Io vedevo già i titoli di giornale “Aspirante guida di montagna perde 3 amici in una notturna con gli alpini”, carriera stroncata e nessuno che mi portava le arance in galera.

Comunque, a parte questa piccola ma intensa uscita, le mie passeggiate in montagna si sono dovute interrompere per forza, un po’ per il lavoro, un po’ per una gamba che non mi da pace. Tranne per le mie belle serate di arrampicata indoor, la mia vita sociale si risolve intorno ad un tavolo a giocare a giochi in scatola. L’inverno è anche questo: un po’ di sano, anzi sanissimo polleggiamento con gli amici (magari facendo un’attività che non mette a rischio la sanità mentale di qualcuno).

In ogni caso non mancano di certo le occasioni per vivere la montagna anche in città. Questa settimana inizia infatti il Brescia WinterFilm 2016, un una rassegna di film che ospita produzioni indipendenti, spesso anteprime, provenienti dall’Italia e dal resto del mondo. Un’ occasione per riflettere e scoprire nuovi modi di raccontare e vedere la montagna, la natura e la gente.

Si parte con gli appuntamenti previsti per il 15, 22 e 29 dicembre al Cinema Nuovo Eden di Brescia, situato in via via Nino Bixio, 9 per poi proseguire con gli appuntamenti del 12, 19, 26 gennaio 2017 presso il Museo Diocesano di Brescia.

Logo del Brescia WinterFilm
Logo del Brescia WinterFilm

Giunti alla settima edizione, il BWF cerca di arrivare alla perfezione che il numero di edizioni richiede: numerosi sono gli sponsor delle serate, gli invitati e i cortometraggi proiettati. In più, ci saranno anche una mostra di “falsi” cartelloni cinematografici ispirati alla montagna dal titolo More More More Mountains e un bellissimo ma soprattutto buonissimo aperitivo offerto dagli amici Bruno e Marzia di Zona Alpi – La Malga in città.

Come si può pensare anche solo lontanamente di poter mancare ad un evento del genere?

Vi ricordo che i posti vanno prenotati anticipatamente scrivendo all’email gentedimontagna2012@gmail.com  e che l’ingresso costa 6 euro (per i brontoloni ricordo anche che con 6 euro a Brescia ormai non ci fai più niente. Durante il BWF oltre a vedere dei bellissimi corti e ad assistere alle avventurose esperienze di quelli che io chiamo Eroi Senza Mantello, vi verrà offerto anche un aperitivo DOC da due personaggi fantastici e avrete anche l’occasione di avvicinarvi a forme d’espressione generalmente emarginate ma che riescono a donare moltissimo. Ma cosa vi lamentate a fare?!).

Io sarò sicuramente presente almeno alla prima delle giornate previste, ma spero vivamente di riuscire ad esserci anche a quelle successive. Per consultare il programma completo e la lista completa dei corti che verranno proiettati basta andare sul sito di Brescia WinterFilm e sulla loro pagina Facebook per rimanere sempre aggiornati sui prossimi eventi e sulle curiosità che ruotano attorno a questa bella rassegna.

La montagna a portata di poltrona, non avete più scuse!

 

 

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...